PUBBLICITA'

www.bebarcoantico.it
BEBARCOANTICO ASCOLI PICENO
  PUBBLICITA' CHIAMA SUBITO! 3288862722 THE WOGUE.NET STUDIOPR
L'OREAL SUBLIME SUN NEW!!!!!sanpellegrino aranciata amare che rinfresca nelle giornate calde!
 NEW ENTRY
 
OFFERTA THE WOGUE.NET PUBBLICITA'
 

Youreporter/Vimeo

you reporter.it/the wogue.net VIMEO THE WOGUE.NET
 
 pintarest patrizia pierbattista the wogue.net patrizia pierbattista tumblr
 blogger thewogue.net  odnoklassniki the wogue.net
reddit logo the wogue.net VKontakte thewogue.net
the wogue.net skyrock.com the wogue.net livejournal

you tube

youtube

THE WOGUE.NET RADIO SPREAKER

 SPREAKER RADIO THE WOGUE.NET

STUDIO PR MARKETING & COMMUNICATIONS ARTS & EVENTS

Instagram
 

      THE WOGUE.NET La Sponda

SCARICA LA RIVISTA ! -->      Scarica la rivista!

                                                                                           the wogue.net il blog                                         

 

 

                                 BANDIERA EUROPEA THE WOGUE.NET     BLOGZINE MENSILE XI ANNO. MESE  MARZO  2019BANDIERA D'ITALIA THE WOGUE.NET

                                                                                                 LA START-UP E SITO D'INFORMAZIONE A CARATTERE GRATUITO  INTERNAZIONALE BLOGZINE NASCE  NEL MADE IN ITALY DA UNA IDEA NEL 2008 DA PATRIZIA PIERBATTISTA & MIRELLA PIERBATTISTA & GIULIANA MATTEUCCI 
                                                                                                                                                                whatsup the wogue.net +393288862722                                                                                        
 
 
Risultati immagini per logo golf people   motori 360 TONY COLOMBA paola russo comunicazione roma www.paolarussocomunicazione.it
                                                                                      Phone Mobile +393392052380
 

THEWOGUE.NET:MOTOR'S & GO NEWS DAL MONDO AUTOMOTIVE GENNAIO 2019

1 gennaio 2019
MOTORI & C.
  THEWOGUE.NET:MOTOR'S & GO 
NEWS DAL MONDO AUTOMOTIVE
GENNAIO  2019
 
THEWOGUE.NET AUTO NEWS
Risultati immagini per news GIF ANIMATI
donate nowdonazione the wogue.net

PER DONAZIONI:

 

IBAN IT65J0305801604100320249689 A CHEBANCA!

patrizia pierbttista By Patrizia Pierbattista
redazione.thewogue.net@gmail.comredazione.thewogue.net@gmail.com
flash fotografico the wogue.net linda eyesFoto  e video by Linda Eyes Studiopr/TheWogue.net

JEEP  IN USA NEWANCHE QUEST’ANNO AUTONOMY E JEEP HANNO ADERITO ALLA “GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ”

Cinque ragazzi #a bordo di cinque Jeep Wrangler nel parco del Beigua (in provincia di Savona) accompagnati da Vanni Oddera e dalla sua Mototerapia. Questa, in estremi sintesi, l’iniziativa “Jeep Off Road 2018” con cui Fiat Chrysler Automobiles ha aderito quest’anno alla “Giornata internazionale delle persone con disabilità”: istituita dal 1981 – anno internazionale delle persone disabili – si celebra il 3 dicembre in tutto il mondo e dal 1993 questa data è diventata anche la “Giornata europea delle persone con disabilità”, come voluto dalla Commissione Europea in accordo con le Nazioni Unite.

CONTINUA CON LE NEWS AUTOMOTIVE.... 

DETTAGLI JEEP USACon il suo programma #autonomy, Fiat Chrysler Automobiles da oltre vent’anni è vicina alle tematiche legate alla mobilità dei disabili rispondendo alle esigenze dei clienti con ridotte capacità motorie, sensoriali o intellettive (o alle necessità degli accompagnatori) per permettere loro l’utilizzo di vetture e vedersi così assicurata la libertà di movimento.

E così, in occasione dell’edizione 2018 della “Giornata internazionale delle persone con disabilità”, #autonomy e Jeep Off Road hanno accompagnato cinque ragazzi disabili (Denise, Carlotta, Ilaria, Luca, Michele) su cinque Wrangler (negli allestimenti Rubicon e Black Eagle) lungo i sentieri del parco del Beigua, un’area naturale protetta in provincia di Savona in un territorio che si estende tra la città metropolitana di Genova e la provincia di Savona, che prende il nome dal monte Beigua, di 1.287 metri d’altezza. Nel parco, attraversato dall’Alta Via dei Monti Liguri, si trovano molti sentieri escursionistici.JEEP USA

I cinque ragazzi sono stati accompagnati nella loro avventura da Vanni Oddera, campione di Freestyle Motocross che da una decina d’anni porta gioia e allegria #a bambini disabili, malati oncologici e persone in carrozzella attraverso la Mototerapia. Si tratta di esibizioni di motocross acrobatici dove malati e disabili, soprattutto bambini, salgono in sella e volano insieme #a Vanni Odera e altri campioni della sua squadra: quasi 50 date ogni anno, totalmente gratuite.

Nell’edizione 2018, il Jeep Off Road ha confermato la sua collaudata formula già utilizzata in passato: giornate di fuori strada con notti in tenda con il coinvolgimento dei giovani in carrozzina. Partner dell’iniziativa Ferrino (per l’attrezzatura tecnica), il Mirafiori Motor Village, e Freewhite sport disabili (per l’organizzazione).JEEP

Sul canale YouTube di Jeep e #autonomy è stato diffuso il filmato “Jeep Off Road – Parco del Beigua 2018” che racconta l’esperienza con immagini che alternano le emozioni dei salti di Oddera e quelle dei protagonisti che hanno potuto vivere un’esperienza davvero unica.

Autonomy offre una gamma completa di vetture e veicoli commerciali dei vari marchi del gruppo #fca: Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Abarth, Jeep e Fiat Professional. Inoltre, permette di usufruire di una serie di servizi che sono un aiuto concreto per risolvere i problemi riguardanti la guida di una vettura adattata alle possibilità dei disabili. Presso i numerosi centri di mobilità presenti su tutto il territorio nazionale, i clienti di #autonomy possono provare le proprie capacità motorie residue grazie #a speciali simulatori, prendere confidenza con i veicoli modificati e richiedere il parere di medici e fisioterapisti e degli operatori dei centri stessi.

Il progetto Jeep Off Road quindi appoggia completamente la “Giornata internazionale delle persone con disabilità” che, oltre #a promuovere azioni di sensibilizzazione sulle questioni legate alla disabilità, vuole richiamare l’attenzione sui vantaggi di una società inclusiva e accessibile #atutti, incoraggiando le amministrazioni pubbliche, le organizzazioni della società civile, le istituzioni accademiche e il settore privato #acollaborare con le organizzazioni delle persone con disabilità per organizzare eventi e attività che celebrino questa giornata.

Veramente numerosi gli obiettivi, tra i quali deve essere sicuramente segnalata la promozione di una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità. Inoltre, il progetto sostiene la piena inclusione delle persone con disabilità in ogni ambito della vita e l’allontanamento di ogni forma di discriminazione e violenza oltre che promuovere la consapevolezza. Infine, non va dimenticato che sollecita la ricerca di soluzioni ai problemi relativi alla inclusione dei disabili nella società.

NUOVA JEEP® GLADIATOR 2020: IL PICK-UP DI MEDIE DIMENSIONI CON LE CAPACITÀ 4X4 MIGLIORI DI SEMPRE

Leggendarie capacità #4x4, design autentico ispirato alla consolidata tradizione dei pick-up Jeep®, capacità di traino e carico ai vertici della categoria, funzionalità e versatilità, propulsori efficienti, libertà della guida open-air, una vasta gamma di dotazioni per la sicurezza e tecnologie intuitive

·         Capacità #4x4 di riferimento con due sistemi di trazione - Command-Trac e Rock-Trac, assali Dana 44 di terza generazione, bloccaggi elettrici degli assali anteriore e posteriore Tru-Lock, differenziale a slittamento limitato Trac-Lok, barra stabilizzatrice a scollegamento elettronico - una novità assoluta per il segmento - e pneumatici off-road da 33":

o    Rapporto di riduzione senza pari

o    Capacità di guado pari a 76 cm

·         Capacità di traino e di carico best-in-class:

o    Capacità di traino fino a 3470 kg

o    Carico utile fino a 725 kg

·         Configurazione a cabina doppia caratterizzata da un robusto cassone in acciaio da 152 cm con alimentatore esterno e resistenti punti di ancoraggio integrati, consentono numerose opzioni per il carico.

·         Design moderno e autenticamente #Jeep grazie ad elementi inconfondibili tra cui:

o    L'iconica griglia anteriore, gli iconici fari anteriori arrotondati e posteriori quadrati

o    Il design robusto e distintivo a vantaggio dell'aerodinamica

o    Comodo parabrezza abbattibile per avventure off-road

o    L'unico pick-up #4x4 ad offrire i vantaggi della guida scoperta, grazie a un soft-top premium di facile apertura e due opzioni hard top

o    Numerose combinazioni tra tetto, porte e parabrezza

·         Porte, cofano, cardini, paraurti, struttura del parabrezza e portellone posteriore realizzati in alluminio leggero altoresistenziale contribuiscono a ridurre il peso del veicolo e a migliorarne i consumi.

·         Le sospensioni sono state regolate allo scopo di ottimizzare maneggevolezza e comfort su strada senza compromettere né la guida off-road né la capacità di carico e di traino.

·         Sistemi di propulsione efficienti:

o    Motore Pentastar V6 da 3,6 litri con sistema ESS (Engine Stop-Start)

o    Cambio manuale a 6 marce o automatico a 8 marce

o    Motore EcoDiesel V6 da 3,0 litri con ESS abbinato al cambio automatico a 8 marce disponibile nel 2020

·         Sistema Uconnect di quarta generazione con Apple CarPlay, Android #auto e schermi touchscreen da 7,0" o 8,4" dotati della funzionalità "Pinch & Zoom"

o    Telecamera anteriore, disponibile a richiesta sull'allestimento Rubicon, consente di rilevare ostacoli sui percorsi off-road

·         Oltre 80 avanzati sistemi di sicurezza disponibili a richiesta.

·         Le informazioni e le specifiche di prodotto si riferiscono al mercato americano. Ulteriori informazioni e immagini del nuovo #Jeep#gladiator presentato al #losangeles #auto Show sono disponibili sul sito FCA per il Nord America.

·         Le specifiche di prodotto e le tempistiche di introduzione del nuovo #Jeep #gladiator in EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) saranno disponibili in prossimità del lancio commerciale nel 2020.

Il marchio #Jeep presenta al Salone di #losangeles l'anteprima mondiale della nuova Jeep® #gladiator 2020, il pick-up di medie dimensioni con capacità off-road migliori di sempre. Il nuovo modello si ispira alla lunga tradizione di robusti e affidabili pick-up del marchio americano e offre funzionalità, autentico design #Jeep, libertà di guida open-air, dotazioni e versatilità, capacità di carico e di traino ai vertici della categoria, efficienti ed avanzati motopropulsori, dinamica di guida su strada e in fuoristrada di livello superiore e innovative dotazioni tecnologiche e di sicurezza.

"La nuova #Jeep #gladiator 2020 è un pick-up immediatamente riconoscibile come una vera #Jeep. Si tratta del compagno ideale per qualsiasi avventura" ha dichiarato Tim Kuniskis, Head of #Jeep Brand - North America -.I clienti #Jeep e gli acquirenti di pick-up di tutto il mondo ci chiedevano da tempo un veicolo con queste caratteristiche. La #gladiator, nasce dalla ricca e fiera tradizione di robusti e affidabili pick-up #Jeep, e combina funzionalità, robustezza e versatilità affermandosi come il pick-up di medie dimensioni più abile nella guida off-road mai prodotto".

La #Jeep #gladiator offre performance di riferimento abbinate a capacità di traino e di carico ai vertici della categoria, oltre ad eccellenti caratteristiche di maneggevolezza su strada e sicurezza per i passeggeri. Inoltre, leggendarie doti off-road sono garantite da due avanzati sistemi #4x4  - Command-Trac e Rock-Trac, assali Dana 44 di terza generazione, bloccaggi elettrici degli assali anteriore e posteriore Tru-Lock, differenziale a slittamento limitato Trac-Lok, barra stabilizzatrice a scollegamento elettronico - una novità assoluta nel segmento - e pneumatici off-road da 33".

La #Jeep #gladiator 2020 sarà disponibile negli allestimenti Sport, Sport S, Overland e Rubicon. Prodotta a Toledo (Ohio, USA),  arriverà nei concessionari #Jeep americani nel secondo trimestre del 2019.

Autentico design #Jeep, con modernità

ESTERNI
La nuova #Jeep #gladiator 2020 presenta un design robusto e distintivo, immediatamente riconoscibile grazie all'inserimento di elementi stilistici tipici del marchio.

Il team di design #Jeep ha mantenuto la leggendaria griglia a sette feritoie della Wrangler, ma ha allargato lo spazio tra ciascuna feritoia per migliorare il processo di aspirazione a vantaggio della capacità di traino. La parte superiore della griglia è stata leggermente inclinata all'indietro per migliorare l'aerodinamica complessiva.


 
Gli allestimenti Overland e Rubicon della #gladiator presentano fari anteriori e fendinebbia a LED (a  richiesta) e sono dotati di una luce bianca estremamente nitida che conferisce modernità al look frontale del nuovo pick-up. Sui modelli dotati di fari a LED, inoltre, le luci diurne (DRL) presentano una cornice luminosa intorno al perimetro esterno dei fari. Gli indicatori di direzione sono posizionati  sulla parte anteriore dei passaruota trapezoidali.

Anche i tradizionali fari dalla forma quadrata sono a LED (a richiesta) e lasciano spazio all'ampio spazio di apertura del comodo portellone posteriore che consente di caricare tutta l'attrezzatura di cui si ha bisogno sul cassone. Il portellone posteriore è ammortizzato ed è dotato di tre diverse posizioni di arresto; il carico sarà sempre al sicuro grazie a un sistema di chiusura  elettrica di facile attivazione.

Funzionalità e versatilità sono stati al centro della progettazione del robusto cassone della #gladiator. Un sistema di illuminazione under-rail per il cassone, una fonte di alimentazione esterna coperta da 400 W, 115 V a tre poli (disponibile a richiesta) e i robusti fermi integrati garantiscono resistenza e versatilità. Il sistema di gestione del carico Trail Rail, disponibile a richiesta, fornisce ulteriori opzioni aggiuntive per il trasporto e l'organizzazione del carico.

Il supporto della ruota di scorta, è ubicato sotto il cassone (dietro all'assale posteriore) ed è in grado di allocare pneumatici fino a 35".

Il rivestimento protettivo del cassone, la divisoria e la copertura in tela disponibili su richiesta forniscono ulteriori possibilità di stoccaggio del carico. L'allestimento Rubicon della #gladiator è dotato di protezioni cassone e griglie parasassi per il pianale di carico.

Grazie al design a quattro bulloni posti nella parte superiore del telaio, il parabrezza può essere ripiegato in modo semplice e veloce. La barra superiore trasversale collega i montanti anteriori e resta al suo posto anche quando il parabrezza viene ripiegato consentendo altresì l'utilizzo dello specchietto retrovisore.


 
I passaruota in tinta carrozzeria a due sezioni, con inserto nero nella parte inferiore, sono di serie sull'allestimento Overland e a richiesta su Rubicon.

Le porte in alluminio altoresistenziale sono estremamente leggere e riportano sul cardine, la dimensione della chiave a punta Torx necessaria per le operazioni di smontaggio. Viene fornito di serie un kit utile a ripiegare il parabrezza e rimuovere le porte.


 
Tutte le versioni della #gladiator hanno la sport bar in tinta, saldata alla carrozzeria e con maniglie di sostegno integrate.

Il soft-top premium Sunrider per la configurazione open-air, è una novità assoluta nel segmento, e contribuisce a ridurre la rumorosità del vento, consentendo di aprire più facilmente la copertura in posizione parziale o completa. Grazie a fermi che scorrono su una slitta, questa soluzione di copertura consente di smontare il finestrino posteriore con la massima semplicità.


 
Per conferire alla #gladiator un look premium, è disponibile a richiesta sugli allestimenti Overland e Rubicon l'hard-top a tre pannelli in tinta carrozzeria. L'hard-top a tre pannelli di colore nero è invece disponibile su tutti i modelli della gamma #gladiator. I pannelli Freedom e i fermi a rilascio rapido facilitano le operazioni di montaggio e smontaggio. L'hard-top è inoltre dotato di finestrino posteriore a scorrimento manuale.

Sono disponibili numerose combinazioni, come dimostrano le diverse soluzioni tra porte, parabrezza e copertura superiore che consentono al cliente infinite possibilità di configurazione.

Interni premium all'insegna della tecnologia

INTERNI

Gli interni della nuova #Jeep #gladiator 2020 offrono uno stile autentico, versatilità, comfort e una serie di funzionalità intuitive. Nell'abitacolo spiccano cura artigianale e utilizzo di materiali di qualità superiore. In dettaglio, la plancia, fedele alla tradizione del marchio, presenta forme pulite e linee scolpite che si abbinano perfettamente al design orizzontale del cruscotto con finiture che variano in base all'allestimento. Il quadro strumenti rifinito a mano propone una superficie morbida al tatto, con cuciture a vista, di serie sull'allestimento Overland e disponibile a richiesta per il Rubicon. Gli elementi funzionali, tra cui le manopole del volume e del climatizzatore, le prese di ricarica e connettività multimediale e i comandi del sistema Engine Stop-Start (ESS), sono stati progettati per essere intuitivi e a portata di mano dei passeggeri del sedili anteriori. Così come le bocchette di ventilazione arrotondate che sono impreziosite da una cornice cromata color platino.


La funzionalità e la versatilità del marchio #Jeep contraddistinguono la consolle centrale, impreziosita da finiture placcate in metallo dove trovano posto il cambio, il ripartitore e il freno di stazionamento. I bulloni sul pomello del cambio, le maniglie di sostegno e la cornice del sistema di infotainment richiamano metodologie costruttive d'altri tempi. Il pulsante di avviamento, dotato di involucro impermeabile e posizionato a portata di mano del guidatore, è di serie sulla #gladiator 2020.


 
I sedili in tessuto (o in pelle) presentano cuciture a vista, braccioli e supporto lombare regolabili. Tra le dotazioni per il comfort sono disponibili a richiesta sedili anteriori e sterzo riscaldabili.


I sedili posteriori sono realizzati con materiali di alta qualità per conferire un look sportivo in grado di garantire allo stesso tempo comfort e tutto il supporto necessario agli occupanti. I sedili posteriori, una caratteristica esclusiva della #gladiator, assicurano uno spazio per le gambe ai vertici della categoria; il design esclusivo consente di bloccarli per mettere in sicurezza il carico dietro lo schienale. I sedili posteriori possono essere ripiegati per consentire l'accesso all'area di carico sul retro della cabina e per ampliare lo spazio per il trasporto di oggetti ingombranti.

Con i sedili posteriori ripiegati completamente, le luci a LED poste sui pannelli interni consentono di illuminare lo spazio di carico alle loro spalle. Due retine portaoggetti nella parete posteriore della cabina forniscono spazi ancora più sicuri per lo stoccaggio di oggetti.

Sulla #gladiator 2020 sono disponibili soluzioni di carico smart, tra cui le robuste tasche a rete che si estendono per tutta la lunghezza delle porte e numerosi vani per alloggiare telefoni cellulari.

Il rivestimento dei sedili posteriori può essere sollevato per consentire l'accesso ad un ulteriore vano portaoggetti. Un vano con chiusura, disponibile a richiesta, fornisce ulteriore spazio per custodire oggetti in sicurezza quando si viaggia senza tetto o con le porte rimosse. Questo vano è dotato di due sportelli laterali in corrispondenza della suddivisione 60/40 del rivestimento del sedile posteriore. Divisori amovibili possono creare fino a cinque vani portaoggetti, utilizzando la stessa serratura della plancia centrale e del cassettino portaoggetti.

Una piccola scatola rimuovibile sotto il sedile permette di riporre viti e bulloni quando vengono rimosse le porte e le coperture, oppure quando viene ripiegato il parabrezza. Sul coperchio della scatola sono riportati il numero di bulloni e la loro corretta posizione di conservazione all'interno.

I pannelli di rivestimento delle porte lato guidatore e passeggero anteriore in vinile sono realizzati con materiali morbidi al tatto. Le maniglie Lift-Assist poste al di sotto di ogni bracciolo presentano un design specifico che semplifica e velocizza la rimozione delle porte. Le funzionalità dedicate al comfort comprendono il sistema d'apertura senza chiavi Keyless Go.


Il quadro strumenti è dotato di un display a LED TFT da 3,5" o 7". Quest'ultimo è disponibile a richiesta e consente di scegliere tra oltre 100 modalità di configurazione e visualizzazione dei dati comprese le informazioni relative ai file multimediali in riproduzione, la pressione degli pneumatici, il sistema Tire-Fill alert che segnala la quantità d'aria all'interno delle gomme o il contachilometri digitale. Comandi integrati al volante consentono di controllare le funzionalità legate all'audio, ai comandi vocali e alla velocità del veicolo, permettendo al guidatore di non perdere mai la concentrazione sulla strada.


 
Il touchscreen da 7" (o da 8,4" disponibile su richiesta), situato nella porzione superiore della consolle centrale, è dotato del sistema Uconnect di quarta generazione, e dispone di tempi di avviamento più rapidi e di una migliore risoluzione dello schermo. Sull'allestimento Sport della #gladiator è di serie lo schermo  touchscreen da 5,0". Nella parte inferiore del touchscreen sono alloggiati i comandi del climatizzatore e del volume, oltre alle prese di connettività multimediali.

La telecamera anteriore per l'off-road, esclusiva dell'allestimento Rubicon, consente di rilevare in tutta semplicità gli ostacoli sul percorso. La telecamera anteriore si trova dietro alla feritoia centrale della griglia anteriore della #gladiator ed è attivabile attraverso il sistema Off-road Pages (a richiesta).


 
Due porte USB e una USB-C sull'anteriore (e altre due a disposizione degli occupanti del sedile posteriore) consentono di collegarsi comodamente all'impianto multimediale della #gladiator. Una presa da 115 VCA è disponibile per l'alimentazione di dispositivi elettronici con spina a tre poli. 

Tra gli optional disponibili per l'impianto audio, spiccano  il subwoofer e le casse wireless portatili disposte dietro il sedile posteriore. Le luci a LED sui pannelli posteriori illuminano il vano di carico e la docking station degli altoparlanti wireless. Una rete posta sul lato sinistro della parete del cassone fornisce spazio aggiuntivo in caso il veicolo sia equipaggiato con subwoofer e altoparlanti wireless.

Avanzati motopropulsori dai consumi efficienti
Al lancio, la nuova #Jeep #gladiator sarà equipaggiata con l'affidabile motore Pentastar V6 da 3,6 litri, mentre il motore EcoDiesel V6 da 3,0 litri sarà disponibile a partire dal 2020. 

Motore Pentastar V6 da 3,6 litri
Il motore Pentastar V6 da 3,6 litri di FCA US, dotato di serie del sistema Engine Stop-Start (ESS), eroga 285 CV di potenza e 352 Nm di coppia. È progettato per fornire una curva di coppia molto ampia con migliorata disponibilità ai bassi regimi, parametro fondamentale per chi intende cimentarsi nei percorsi off-road più estremi.


 
Su tutti gli allestimenti #gladiator spinti dal motore Pentastar V6 da 3,6 litri è disponibile di serie il cambio manuale a sei marce, mentre è offerto a richiesta un cambio automatico a otto marce.


 
Noto per la raffinatezza, la potenza, l'efficacia e l'affidabilità, il motore Pentastar V6 da 3,6 litri è stato prodotto in oltre 8,6 milioni di esemplari dal 2010. Questa pluripremiata gamma di motori viene attualmente fabbricata negli stabilimenti di Trenton (Michigan, USA), Mack Avenue (Detroit, USA) e Saltillo (Messico).

La #Jeep #gladiator 2020 beneficia della coppia ai bassi regimi di questo motore V6, un parametro fondamentale per avventurarsi su percorsi off-road o affrontare le condizioni più difficili, come ad esempio il traino di un rimorchio o il trasporto di un carico eccezionalmente pesante. 


 
Motore EcoDiesel V6 da 3,0 litri
Il motore EcoDiesel V6 da 3,0 litri sarà disponibile a partire dal 2020. Sui modelli #gladiator verrà montato un motore EcoDiesel V6 da 3,0 litri (dotato di serie del sistema ESS Engine Stop-Start) in grado di erogare 260 CV di potenza e 600 Nm di coppia. Sarà offerto di serie in abbinamento a un cambio automatico a 8 marce, progettato specificamente per la gestione della maggiore coppia erogata.


 
Gli ingegneri di FCA US hanno adattato il motore (progettato e prodotto da FCA EMEA) alle normative ambientali in vigore nella regione NAFTA.


 
Il motore EcoDiesel V6 è dotato di un'avanzata tecnologia turbo con cuscinetti a basso attrito progettati per aumentare la risposta transitoria e la prestazione ai bassi regimi. Il motore EcoDiesel V6 è inoltre dotato di pistoni a basso attrito che riducono consumi ed emissioni, oltre a un sistema di combustione (con ugello degli iniettori, camera dei pistoni e candele muniti di sensori di pressione di combustione integrati) potenziato e ottimizzato. Il sistema EGR con raffreddamento a bassa pressione si combina alla perfezione con il sistema ad alta pressione per ampliare la gamma di utilizzo dell'EGR, riducendo così ulteriormente i consumi.


 
Cambio automatico a otto marce
La nuova #Jeep #gladiator 2020 può essere equipaggiata con un cambio automatico a 8 marce che consente al veicolo di ottimizzare la potenza del motore sui percorsi off-road, mantenendo comunque un'erogazione fluida ed efficiente alle velocità autostradali. Il cambio automatico a 8 marce è disponibile a richiesta sulla nuova #Jeep #gladiator.


 
Il cambio automatico a 8 marce offre un'esperienza di guida dinamica, sia durante il tragitto quotidiano casa-lavoro sia quando si trasportano carichi importanti o si affrontano ostacoli in off-road nel fine settimana: i clienti godranno comunque di un'erogazione di potenza fluida e lineare, e beneficeranno di consumi contenuti.



Due rapporti di overdrive consentono di ridurre i consumi e i livelli di rumorosità e vibrazioni (NVH) alle velocità autostradali.



Il cambio automatico a 8 marce, progettato specificamente per adattarsi ai requisiti della versione Rubicon della #gladiator, può vantare un rapporto massimo di riduzione di 77,2:1. La capacità di traino e le prestazioni #4x4 beneficiano di un primo rapporto di trasmissione pari a 4,7:1, abbinato a un rapporto finale al ponte di 4,1:1 che garantisce capacità off-road senza pari.


 
Cambio manuale a 6 marce
La gamma #Jeep #gladiator 2020 è equipaggiata di serie con un cambio manuale a sei marce. Questa raffinata trasmissione utilizza rapporti ottimizzati per consentire ottime prestazioni anche in off-road ed è azionata via cavo, per eliminare le vibrazioni sulla leva del cambio e aumentare l'isolamento acustico.


 
La posizione del cambio è comoda e favorisce la precisione in fase di cambiata; il differenziale dei rapporti pari a 4,41 garantisce efficienza nei consumi alle alte velocità e un'ottima accelerazione grazie alla qualità e alla precisione della cambiata.

Il pick-up di medie dimensioni con le migliori capacità off-road di sempre 
La nuova #Jeep #gladiator 2020 garantisce leggendarie capacità off-road grazie a due avanzati sistemi #4x4. Il sistema #4x4 Command-Trac, di serie sugli allestimenti Sport e Overland, è dotato di scatola di rinvio a due velocità con rapporto delle marce ridotte pari a 2,72:1, assali anteriore e posteriore Dana 44 heavy-duty di terza generazione con rapporto posteriore al ponte pari a 3,73.

Nell'allestimento Rubicon, invece, il sistema #4x4 Rock-Trac è dotato di assali anteriori e posteriori Dana 44 di terza generazione con rapporto "4LO" pari a 4:1. Il rapporto al ponte anteriore e posteriore di serie è di 4,10, come di serie sono i differenziali autobloccanti Tru-Lock.


 
I modelli Rubicon offrono inoltre una maggiore articolazione e corsa complessiva delle sospensioni grazie al sistema di disconnessione elettronica della barra stabilizzatrice - una caratteristica unica nella categoria. Se allestita con il cambio manuale a 6 marce di serie, la #gladiatorRubicon ha un rapporto massimo di riduzione pari a 84,2:1 (77,2:1 sui modelli con cambio automatico a 8 marce) che rende la scalata di ogni ostacolo un gioco da ragazzi.


 
I sistemi Command-Trac e Rock-Trac offrono una gestione continua della coppia, garantendo un grip ottimale anche in condizioni di scarsa aderenza.


 
Inoltre, il differenziale posteriore a slittamento limitato Trac-Lok, disponibile a richiesta sugli allestimenti Sport e Overland, fornisce maggiore trazione e coppia in condizioni di scarsa aderenza - ovvero se si viaggia su sabbia, ghiaia, neve o ghiaccio.


 
Gli allestimenti Sport, Overland e Rubicon della #gladiator sono contraddistinti dal badge Trail Rated che attesta la leggendaria capacità #4x4grazie ad una serie di caratteristiche tra cui:

·         Sistema #4x4 Command-Trac con rapporto massimo di riduzione pari a 2,72:1, di serie sugli allestimenti Sport e Overland;

·         Sistema #4x4 Rock-Trac con rapporto "4LO" pari a 4:1 e bloccaggi elettronici dei differenziali Tru-Lok di serie sull'allestimento Rubicon;

·         Piastre di protezione e ganci di traino anteriori e posteriori;

·         Paraurti posteriore da off-road heavy-duty in acciaio (di serie sull'allestimento Rubicon) e paraurti anteriore in acciaio compatibile con verricello e tappi terminali rimuovibili disponibile a richiesta;

·         Angolo di attacco pari a 43,6 gradi, angolo di dosso pari a 20,3 gradi, angolo di uscita pari a 26 gradi e altezza da terra di 28,2 cm;

·         Cerchi da off-road estremo da 17" disponibili a richiesta; sull'allestimento Rubicon, pneumatici da 33" di serie;

·         Capacità di guado di 76 cm:

·         Capacità di traino massima di 3470 kg e carico utile massimo in #4x4 pari a 725 kg.

  
Robusto design body-on-frame, alla base della leggendaria durevolezza e versatilità dei pick-up Jeep
La #Jeep #gladiator 2020 è stata dotata di numerose funzionalità che le consentono di ottimizzare le proprie caratteristiche di guida, maneggevolezza e rumorosità, riducendo al contempo i consumi persino durante le operazioni di carico e traino. Grazie al suo design body-on-frame e alle ottime sospensioni a cinque punti di ancoraggio, la #gladiator non è seconda a nessuno in termini di capacità, guidabilità su strada, sicurezza dei passeggeri, carico e capacità di carico.

Il design body-on-frame della #gladiator utilizza materiali e tecniche ingegneristiche avanzatissime per risultare leggerissimo e al contempo rigido e resistente, tra cui spicca il nuovo telaio in acciaio altoresistenziale. Il telaio della #gladiator è 78 cm più lungo di quello di una #JeepWrangler a 5 porte, mentre il passo è più lungo di 48 cm; quest'ultima caratteristica, unita al posizionamento del cassone in posizione arretrata rispetto alla linea di mezzeria dell'assale posteriore, consente di ottenere una migliore distribuzione del peso e una guida più fluida durante il trasporto di carico. Gli impianti di accelerazione, frenata, alimentazione e scarico sono stati allungati per ricalcare le modifiche che si sono rese necessarie al fine di adattare l'affidabile design body-on-frame al pick-up di medie dimensioni più abile in off-road di sempre. 

Il tradizionale cassone in acciaio utilizza quattro traversine, anch'esse in acciaio, per rinforzare il piano di carico; il portellone posteriore in alluminio è invece ammortizzato. La fruibilità e la versatilità raggiungono nuovi livelli grazie ai punti di ancoraggio integrati, all'illuminazione under-rail per il cassone e alla fonte di alimentazione esterna coperta disponibile a richiesta.

Inoltre, la #gladiator è dotata di quattro piastre e barre di protezione che salvaguardano alcuni componenti fondamentali del veicolo quando si percorrono percorsi off-road estremi, come il serbatoio del carburante, la scatola di rinvio e la coppa dell'olio della trasmissione automatica. In più, l'allestimento Rubicon è equipaggiato con griglie parasassi in acciaio tubolare, che proteggono la carrozzeria da eventuali danni nella guida in fuoristrada. I modelli Rubicon sono anche dotati di griglie parasassi, esclusive per la categoria, sui quattro angoli del cassone.

L'utilizzo di porte, cofano, cardini, paraurti, telaio del parabrezza e portellone posteriore in leggero alluminio altoresistenziale, aiuta a ridurre il peso e a contenere consumi ed emissioni. Inoltre, gli ingegneri #Jeep hanno ridotto ulteriormente il peso del veicolo grazie a elementi quali barre stabilizzatrici e Panhard cave, oltre a supporti e ingranaggi del volante in alluminio.

La #gladiator utilizza l'affidabile configurazione delle sospensioni con molle elicoidali a cinque punti di ancoraggio; quella anteriore ha un braccio di controllo laterale e quattro bracci di controllo longitudinali. Le barre Panhard a tutta larghezza, composte di acciaio fucinato, controllano gli spostamenti laterali dell'assale consentendo solamente un cambiamento minimo dell'angolazione durante la corsa delle sospensioni.

Il design delle sospensioni posteriori con molle elicoidali a cinque punti, esclusiva della #gladiator, comprende due bracci di controllo fucinati in acciaio superiori e due inferiori per il controllo longitudinale, oltre a una barra Panhard per il controllo laterale dell'assale. I bracci di controllo sono posti al di sotto dei rail del telaio, mentre gli ammortizzatori posteriori sono orientati in avanti per fornire una maggior capacità ammortizzante, aumentando così il comfort di guida e l'equilibrio del carico.Le molle sono state regolate al fine di ottenere l'equilibrio perfetto tra la maneggevolezza su strada durante le sessioni di guida più tranquille (con o senza carico) e la leggendaria capacità off-road propria di tutti i modelli #Jeep. Il comfort di guida, la funzionalità antirollio, la maneggevolezza, il carico utile e la capacità di traino vengono notevolmente potenziate dalla strategia di ammortizzazione, di disposizione dei punti rigidi e di supporto alla carrozzeria.L'angolo di attacco pari a 43,6 gradi, quello di dosso pari a 20,3 gradi, quello di uscita pari a 26 gradi e un' altezza da terra di 28,2 cm consentono davvero alla #gladiator di raggiungere qualsiasi destinazione.

La #Jeep #gladiator è inoltre dotata di una capacità di guado massima di 76 cm, di un carico utile massimo di 725 kg e di una capacità massima di traino pari a 3470 kg grazie alla funzionalità Max Towing Package disponibile a richiesta.Oltre 80 dotazioni di sicurezza avanzate disponibili su richiesta
La sicurezza dei passeggeri è stata uno dei punti cardine dello sviluppo della nuova #Jeep #gladiator 2020, che offre oltre 80 dotazioni per la sicurezza attiva e passiva disponibili a richiesta. I sistemi di sicurezza a richiesta comprendono ili Blind-spot Monitoring e Rear Cross Path Detection, la telecamera da off-road anteriore, la telecamera posteriore ParkView di supporto con griglia dinamica di serie, l'Adaptive Cruise Control e il Controllo Elettronico della Stabilità (ESC) con dispositivo antirollio.

Avanzato sistema Uconnect di quarta generazione 
 
 
 
 
PRESIDENTE ANFIA ROMA PAOLO SCUDIERI
 
 
 
 IL MERCATO DELL’AUTOMOBILE CON

 

LE REGOLE E NON REGOLE.

METTI UNA SERA…

A.D ED IL PREMIER CONTE

ANFIA

ASSEMBLEA PUBBLICA

 

HOTEL PLAZA ROMA ASSEMBLEA PUBBLICA ANFIACosa è Anfia? Per i pochi che lo sanno diamo alcuni cenni a questa associazione nazionale. 300 aziende associate  3 gruppi merceologici (costruttori, componenti, carrozzieri progettisti). È una delle maggiori associazione di categoria aderenti a Confindustria e da oltre 100 anni rappresentano la filiera industriale e le associate con le istituzioni pubbliche, private, nazionali ed internazionali.

5704 imprese è l’industria automotive Italiana, 100,4 miliardi di € di fatturato (6% del Pil), 258,701 addetti (il 7,1% del settore manufatturiero) 1° investitore in R&I con spesa annua di 1,7 mild €  18,8% di tutta la spesa del settore manufatturiero), 74,4 mld €  di gettito fiscale nel 2017. Invece i numeri in Europa sono: 3,4 milioni di addetti diretti ed  indiretti ( 11,3% del settore manufatturiero Eu), 1° investitore in R&I per numero di brevetti e con  una spesa annua di circa 53,8 mld € , 413 mld €  di tax contribution Eu 15.ANFIA ASSEMBLEA PUBBLICA ROMA ANFIA ROMA ASSEMBLEA  PUBBLICA ROMA 2018ANFIA ASSEMBLEA PUBBLICA ROMA 2018

Tutto ciò lo so che sarà caustico nel comprendere  a tutti noi questi numeri e questo evento ma in fin dei conti è stato una rivelazione per così dire capire e comprendere il dietro le quinte del sistema automotive quello non solo dei test e nuovi modelli, ma un vero e proprio sistema governance dell’interno delle multinternazionali delle autovetture e non. Il Premier Conte che si è presentato intorno le ore 17 quasi da programma ad questo evento per recepire le problematiche  dell’aziende associate e dei suoi lavoratori.  Gli scenari della mobilità futura ci porteranno nei prossimi anni ad affrontare sfide tecnologiche che impongono cambiamenti dirompenti ed il ruolo di Anfia vuole essere ancora una volta quello di accompagnare e supportare la filiera per poterle affrontare al meglio, questo è uno dei pezzi che ha dichiarato il nuovo presidente Anfia il dott. Paolo Scudieri  Ad de Adler-Hp Pelzer azienda di famiglia, per accogliere i delegati e soci di questa associazione che nasceva 106 anni, una storia dietro. In primis prima che arrivasse il Premier Conte tutti gli intervenuti hanno voluto precisare che l’economia italiana ed Europea per le aziende che si occupano di questo comparto sono in difficoltà per le innovazioni tecnologiche ed ecologiche come le batterie dell’autovetture sono state create 40 anni fa e immesse solo negli anni ’90 e poi non più sviluppate e innovate.  Vi sono paesi come la Spagna la Francia e la Gran Bretagna sono competitor, come dichiara Scudieri, che dovrebbero tornare a fare tra il 30 e 40% dei veicoli come loro. Il paese e l’industria merita un posto centrale nel programma di un Paese  Italia,  non c’è crescita sociale e occupazione senza la creazione di condizioni favorevoli per il rafforzamento e l’ampliamento del tessuto imprenditoriale italiano. Insomma il presidente richiede aiuto al nuovo Governo di Conte dove vuole rafforzare la sua collaborazione, quindi lo invita a decidere insieme ai suoi premier di fare qualche cosa di  più per il mondo automotive.

In conclusione il mondo degli imprenditori italiani presenti in questo evento  assemblea nazionale  che si è svolta il 5 dicembre 2018 presso il Grand Hotel Plaza dove dopo alcuni minuti del discorso del Premier e nella giornata successiva si evince che l’associazione forse ha vinto una battaglia, quella di rimettere in circolazione i motori diesel invece del motore ad impulso energetico, insomma elettrica. A detta degli imprenditori ed Ad sono in piena difficoltà nel reparto economico per questi modelli che al cliente hanno un costo non utile per il mercato globale e per le persone con uno stipendio da operaio ed impiego. Quindi solo per manager ed aziende.    Forse solo nel 2025 si potrebbe sviluppare questa innovazione e portale ad un valore per tutti.

Altri numeri per concludere Aci dichiara che vi è una ennessima crescita di novembre 2018  per l’usato ma trainato soprattutto dalle vetture a motore diesel. 268.452 passaggi di proprietà. Ogni 100 vetture nuove nel mese di novembre ne sono state vendute 182 di seconda mano  e 157 nei primi undici mesi dell’anno.  Ma si parla di quelli ufficiali dati  dell’Aci ma cosa possiamo dire di quelle che nessuno acquisisce ufficialmente?

Ci  sarebbero tante domande  da porre a vari Ad e manager di settore ma non sapremmo mai se diranno la realtà del momento!.

 

 

 LA NUOVA PORSCHE 911: PIÙ POTENTE, PIÙ VELOCE, DIGITALE

Evento sensazionale a #losangeles: la #porsche #911 entra nell’ottava generazione. La nuova #911 è stata presentata in anteprima mondiale al Salone dell’automobile di #losangeles. La vettura continua a essere il punto di riferimento per sportività ed esclusività. Inequivocabilmente caratterizzata dal DNA stilistico #porsche, con un’estetica molto più muscolosa e un abitacolo caratterizzato da un monitor touch da 10,9 pollici, la nuova #911 si distingue per lo stile senza tempo ma estremamente moderno. L’intelligenza di comandi e telaio e la presenza di sistemi di assistenza innovativi consentono di abbinare le caratteristiche dinamiche senza compromessi che hanno reso famosa questa classica vettura sportiva con motore posteriore e le necessità del mondo digitale.

La prossima generazione di motori turbo flat-six è stata ulteriormente sviluppata ed è più potente che mai, con ben 331 kW (450 CV) nei modelli S. L’efficienza di guida è stata incrementata migliorando il processo di iniezione e grazie alla nuova disposizione dei turbocompressori e del sistema di raffreddamento dell’aria di sovralimentazione. La potenza del motore viene convogliata dalla nuovissima trasmissione a doppia frizione a otto velocità. Altri elementi di spicco sono i nuovi sistemi di assistenza alla guida, tra cui la modalità #porsche Wet che rende ancora più sicura la guida sulle strade bagnate e il Night Vision Assist con termocamera, e una connettività completa, che ora utilizza anche la swarm intelligence. Le caratteristiche della #911 sono completate da tre esclusive offerte digitali: la app #porsche Road Trip per fare viaggi straordinari, l’assistente personale #porsche 360+ e il calcolatore di emissioni #porsche Impact basato sul web per compensare la propria impronta di CO2. 

Risultati immagini per CARRERA 911 2018I modelli Carrera S partono da 450 CV
Il motore turbo flat-six della #911 Carrera S* e della #911 Carrera 4S genera ben 331 kW (450 CV), che corrispondono a un aumento di 22 kW (30 CV) rispetto al modello precedente. I due modelli #911 restano al di sotto della soglia dei quattro secondi nell’accelerazione da 0 a 100 km/h: la coupé a trazione posteriore si ferma a 3,7 secondi e la #911 Carrera 4S a trazione integrale addirittura a 3,6 secondi. Ciò significa che entrambe le vetture sono 0,4 secondi più veloci del modello precedente. Questo vantaggio può aumentare di altri 0,2 secondi con lo Sport Chrono Package a richiesta. Le velocità massime sono di 308 km/h (911 Carrera S) e 306 km/h per la versione a trazione integrale. I consumi di carburante (secondo il ciclo NEDC) della #911 Carrera S sono pari a 8,9 l/100 km, mentre la #911 Carrera 4 S registra un dato di 9,0 l/100 km.

Un linguaggio stilistico chiaro, un’identità inconfondibile
Il design della carrozzeria è completamente nuovo ed evidenzia il salto in termini di performance della #911 serie 992. Passaruota significativamente più larghi ospitano ruote anteriori da 20 pollici e ruote posteriori da 21 pollici. Il posteriore adesso presenta la stessa larghezza in tutti i modelli, evidenziando ulteriormente la snellezza della sezione centrale. La carrozzeria nella parte anteriore è più larga di 45 mm. Le maniglie elettriche a scomparsa sono integrate a filo nelle portiere, a sottolineare il profilo della fiancata, rastremato e fluido. Tra i nuovi gruppi ottici anteriori a LED, il cofano è profondamente ribassato e ricorda il design delle prime generazioni di #911. Il posteriore è dominato su tutti i modelli dallo spoiler a regolazione variabile, significativamente più largo, e dalla elegante barra luminosa continua. A parte le sezioni anteriori e posteriori, l’intera carrozzeria è realizzata in alluminio.

L’abitacolo è completamente nuovo e si caratterizza per le linee nette e tese del cruscotto con la strumentazione incassata. I modelli #911 dagli anni Settanta del secolo scorso sono stati la principale fonte di ispirazione. Accanto al contagiri centrale, tipicamente #porsche, due sottili schermi senza cornice forniscono le informazioni al guidatore. Lo schermo centrale del PCM adesso è di ben 10,9 pollici e può essere gestito velocemente e senza distrarsi grazie alla nuova architettura. Al di sotto si trova una centralina compatta con cinque tasti che consentono di accedere direttamente a importanti funzioni del veicolo. Dal punto di vista della digitalizzazione, la #911 fa un passo verso il futuro con la connettività permanente, nuove funzioni e nuovi servizi. Il PCM di serie comprende il navigatore online basato su dati di tipo swarm e il sistema #porsche Connect Plus. 

I nuovi sistemi di assistenza aumentano sicurezza e comfort
In anteprima mondiale, #porsche ha sviluppato la modalità Wet, che fa parte della dotazione di serie. Questa funzione rileva la quantità di acqua sulla strada, predispone di conseguenza i sistemi di controllo e avvisa il guidatore, che può impostare il veicolo in modo da dare particolare rilievo alla sicurezza, semplicemente premendo un tasto o utilizzando il selettore sul volante (Sport Chrono Package). Il sistema di allerta e di assistenza alla frenata, anch’esso montato di serie, rileva il rischio di urti con oggetti in movimento e inizia la frenata di emergenza se necessario. Il sistema Night Vision Assist con termocamera è disponibile per la prima volta a richiesta sulla #911. Il cruise control adattivo a richiesta comprende il controllo automatico della distanza, la funzione stop-and-go, la protezione dei passeggeri e l’innovativa funzione autonoma Emergency Assist.Risultati immagini per CARRERA 911 2018 ROAD TRIP

La #911 Carrera S viene offerta a partire da 123.999 euro in Italia e la #911 Carrera 4S a partire da 132.051 euro, inclusa IVA e dotazioni specifiche. I nuovi modelli sono già ordinabili.

Applicazioni digitali: “Road Trip”, “360+” ed “Impact” 
“Porsche Road Trip” aiuta gli amanti dell’automobile a progettare, organizzare e gestire viaggi speciali. I percorsi proposti comprendono alloggi esclusivi, consigli sui ristoranti, punti di interesse e punti panoramici lungo il tragitto. 

L’obiettivo di “Porsche 360+” è quello di permettere al cliente di godere dell’esperienza #porsche anche quando non si trova a bordo della propria vettura; il nucleo di “Porsche 360+” è un assistente personale lifestyle disponibile 24 ore su 24. L’assistente facilita la vita quotidiana offrendo esperienze esclusive.

“Porsche Impact” è un calcolatore di emissioni. Calcola i contributi che i clienti #porsche possono versare per compensare la propria impronta di CO2. Possono scegliere essi stessi i progetti certificati internazionalmente sul clima in cui investire. I progetti disponibili riguardano tutto il mondo e si concentrano sull’energia eolica, idroelettrica e solare, oltre che sulla protezione delle foreste.

 

 

 

 

 

 

 

Nel mondo vi sono molte domande che ci poniamo tutti i giorni come  tutti i giorni ci mettiamo a tavola per gustare i cibi che ci propone la terra. In questo mondo a proposito  della vita quotidiana possiamo captare alcune notizie che ci provengono dai media dove ci evince che vi sono news che ci portano a comprendere  strani avvenimenti come ad esempio una spaventosa ed inspiegabile morte di un giornalista Saudita nella terra di Turchia, più precisamente all'interno di una ambasciata Arabia Saudita, il tutto accadeva il 2 ottobre 2018,Risultati immagini per caso khashoggi Khashoggi viene ucciso. Ma ancora prima nel maggio, il cinque c'è la crisi tra Cina ed Usa sui  dazi, gli stati uniti annunciano di volere uscire dall'accordo sul nucleare iraniano. Altra data sempre nel 2018, è quella del 22 giugno dove nella riunione de " Opec  Plus"  che decide di aumentare la produzione di circa 1 milione B/G e riallinearsi al taglio originario di 1,8 milioni, dopo  avere raggiunto 2,7 milioni per le riduzioni forzate di Venezuela e Messico. Risultati immagini per trumpRisultati immagini per caso khashoggi Il 26  settembre  il Presidente Usa Donald Trump parla alla 73° Assemblea dell'Onu ed annuncia nuove sanzioni per l'Iran. Poi il 5 novembre  entrano in vigore le sanzioni USa sulle esportazioni dell'Iran, esentando 8 Paesi per sei mesi, tra cui l'Italia.  Tra il  6/7 dicembre 2018 vi è una nuova riunione dell'Opec  Plus che trovaccordo per un taglio dal 1° gen nio 2019 alla produzione di 1,2 milioni B/g da rivedere ad aprile 2019. Accordo di principio per trasformare l'Opec Plus in un organismo permanente.
Insomma anche piccoli fruscii il mondo cambia e cambiano anche e soprattutto le regole e le situazioni economiche e sociali, come si evince dai tg e news i famosiRisultati immagini per GILET GIALLI Gilet Gialli che stanno  mettendo in strada tutte le manifastazione per una libertà di pensiero e di sopravvivenza per una Francia  più democratica. Si pensava che era una questione di Carburante  di tasse all'interno, ma in realtà vi è altro. Le problematiche sono molteplici per i cittadini Francesi, ma forse anche dai cittadini  Europei, dove la commissione Europea vuole a tutti i costi bloccare e decidere dell'Italia il suo Bilancio senza pensare e prendere  in considerazione altri paesi membri dell'Eu.
Risultati immagini per DOMANDALa domanda di Energia con i suoi consumi nel 2018 è  in leggera flessione, il gas si conferma prima fonte,  il petrolio in recupero. La fattura energetica torna sopra i 40 miliardidi euro interiore a 25 miliardi  rispetto al picco che vi è stato nel 2012.  Poi nel resoconto degli intervenuti soprattuto del Prof Clò dichiarando che soltanto un aereo in volo consuma  la quantità di petrolio di una sola auto in tutto il suo anno di attività.
Risultati immagini per GREGGIO CARBURANTIInoltre per quanto riguarda l'Italia ed il suo consumo  "L'importazione e lavorazioni di greggio in calo importati 69 greggi da 24 paesi diversi,  si   riducono le esportazioni di prodotti finiti" .
Quanto costa il Greggio? Naturamente quello importato perchè sappiano che noi nel nostro paese non abbiamo nessuna industria e giacimento petrolifero comso per il nostro fabbisogno giornaliero, quindi  come viene dichiarato in questo evento " Rafforzamento Cambio Euro/Dollare contiene il costo del Greggio importato ed attenua la crescita delal Fattura petrolifera 2018".
Quindi per concludere questo discorso ed intervento dei personaggi chiave dell' Upi e della loro ricerca  possiamo chiederci cosa è tutto ciò, forse un modo un po' contorto di dirci che  in qualunque modo vogliamo mettere in cammino sia  in auto che in aereo stiamo sempre usufruendo dei carburanti che  partono dalla nostra amate Terra, pianeta che  produce quantità di petrolio e gas per i nostri spostamenti e riscaldamento ed altro modo.  Brava Terra che porti ricchezza ad un palmo di mano! Risultati immagini per UPI UNIONE PETROLIFERA
 
 
 
 

CONVEGNO ACI

VEICOLI PIU’ SICURI PER SALVARE VITE

SERVIRANNO COSA?

 

 ACI ITALIA ROMA EVENTO

Negli ultimi giorni dell’anno 2018 che si è appena concluso noi della redazione de  THEWOGUE.NET siamo stati invitati a comprendere meglio un serio problema di sicurezza stradale  in Italia ed in Europa.

ACI ROMA ITALIA EVENTONon se quando ci mettiamo in testa di scoprire il significato di una parola o più parola cerchiamo di capire la loro nascita, qui da wikipedia nella due parole Sicurezza Stradale spiega in maniera molto esplicita cosa è: le misure di sicurezza stradale hanno come obiettivo la riduzione del numero e delle conseguenze degli incidenti veicolari e lo sviluppo ed il dispiegamento di sistemi di gestione. ACI ROMA ITALIA EVENTO 2018L’approccio è di tipo multidisciplinare, in quanto sono coinvolte diverse tematiche-scientifiche, e segue il rispetto di norme esplicitamente espresse nel codice stradale di un paese al fine di minimizzare il rischio.  Ecco alcune date e personaggi storici dell’inizio di questo percorso:  1770 Nicola-Joseph Cugnot si scontrò con un muro  durante la prova del suo triciclo a vapore Fardier, poi un secola circo dopo il 17 agosto 1896 a Londra Bridget Driscoll fu la prima vittima registrata nelle cronache di un incidente. E da lì vi furono altri nella storia stradale.ACI ROMA ITALIA

Ma fu  un periodo pieno di evoluzione in quel campo che ancora oggi ci si ritrova  a studiare e comprendere il valore di questi convegni e seminari per  eventuali migliorie nella nostra vita quotidiana sia nelle case che soprattutto sulle strade che percoriamo tutti i giorni sia per andare a lavoro che per svago.ACI ROMA ITALIA FOTO GIANCARLO CASNATIACI ITALIA ROMA FOTO GIANCARLO CASNATI

In questo convegno esce di nuovo il sistema Adas cosa è in primis questa strana parola? Auto Safety Design Software Advanced driver assist systems, insomma sitemi avanzati di assistenza alla guida. Semplice no!  ACI ITALIA ROMA GIANCARLO CASNATI FOTO

 

ACI ITALIA ROMA EVENTO PRECONSUTIVO PETROLIFERO ACI ITALIA EVNTO ROMA 2018 PETROLI PRECONSUTIVOACI ROMA ITALIA EVENTO PRECONSULTO PETROLI

 

 ACI ITALIA ROMA PRECONSULTO PETROLIO

Inoltre per avere una visuale più completa ecco alcuni numeri dove si possono capire le vere problematiche di questo mondo automotive e degli incidenti stradali.

Dai dati INAIL risultano nel 2017 477 denunce di infortunio mortale con mezzo di trasporto legato a motivi di lavoro (253 in occasione di lavoro e 224 in itinere) pari al 43% del totale – Nessun progresso rispetto al 2016 (470). La maggior parte degli incidenti stradali avviene nelle città dove sta aumentando la quota percentuale dei decessi, anche se l’indice di mortalità registra valori nettamente più bassi rispetto alle altre categorie di strade (1,1 urbano; 3,2 autostrada; 4,6 altre strade extraurbane). Scontro frontale-laterale, Tamponamento, Scontro laterale, Investimento e Fuoriuscita sono le tipologie di incidente più frequenti.

Scontro-frontale (5,2 morti per 100 incidenti), Urto con ostacolo (3,9), Fuoriuscita di strada (3,8), Investimento di pedone (2,9) sono le tipologie di incidente più pericolose. La riduzione di vittime tra gli occupanti di autovetture è dovuta in larga parte ai dispositivi di sicurezza attiva e passiva.  Vi  sono molti ostacali che possono causare incidenti sulle strade come ad esempio:  

In Italia ci sono 38,5 milioni di auto (637 ogni 1000 abitanti) e circa 5 milioni di veicoli per le merci

L’età media –calcolata in termini di mediana – del parco autovetture in Italia è di 11 anni ed è in aumento 2 milioni di auto nuove l’anno se il mercato ha buoni risultati e 1,4 milioni di radiazioni (rapporto nuovo/radiato 1,64).

In conclusione  di questa riflessione sugli incidenti stradali possiamo comprendere che c’è un bisogno enorme di sviluppare delle tecnicologie più avanzate sia per le auto ma soprattutto delle strade che percorriamo ogni giorni sia soli che in famiglia con i bambini. Ma non solo le più raffinate  e tecnologiche strutture per migliorare la situazione, ma dobbiamo sviluppare l’idea delle persone a comprendere che prima di tutto c’è la sicurezza personale e poi il nostro svago, come ad esempio comunicare sui socialnetwork  e telefonare ai nostri amici e parenti. Fatelo in un Pit Stop!

Buon viaggio in serenità e senza pensare che la nostra meta è lontana e raggiungibile.

TALENT SCOUT MODELS & ARTIST

 

  modelle di alta moda roma e patrizia pierbattista
THE WORLD DE STUDIOPR
CERCA NUOVI VOLTI DI NUOVE
MODELLE/I CASTING
PER INFO
PHONE: +393288862722
CONTACT +393288862722
 
 

STAFF/THE WOGUE.NET

Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy